Catastrofe
Marlene Kuntz Lyrics


Come stai, Gioele?
E come va la tua catastrofe?
Sei sempre là, ai portici,
al gelo che ti logora senza limite.

E come sta il martire e Fatima la fotografa?
E ancora c'è lì con voi un cucciolo così tenero e adorabile.

Gioele sai
sto pensando a te
e a come è facile
perdere la dignità.
Difficile
è capire invece che
è un attimo
perché tocchi pure a me.

No, la mia solidarietà
mi nausea perché è inutile.
Oh, la mia solidarietà
mi nausea perché è sterile.
Oh, mi domando com'è tenere a noi
quando non si è più fra di noi,
quando non si è più fra di noi.
Osservare noi
quando non si è più fra di noi.
Giudicate voi.

Contributed by Max O. Suggest a correction in the comments below.
To comment on specific lyrics, highlight them
Genre not found
Artist not found
Album not found
Song not found
Comments from YouTube:

Alessandro Donzella

Sicuramente il pezzo più bello dell'album, c'è tutto. Degno della migliore produzione in generale.

cosa vedi

grazie per tutte le volte che mi chiedi "come stai? e come va la tua catastrofe?"

Sofy Lilla

spettacolare..........

Stefania La Frazia

Un pezzo scritto su una "tematica" che facilmente poteva essere unta di buonismo e perbenismo ipocrita. Invece i Marlene ne hanno fatto una istantanea che fotografa con grande profondità quello che provoca negli esseri umani più sensibili la vista di un altro essere umano in "difficoltà".

Marco Di Pasqua

capolavoro
capolavoro
capolavoro
🙏🙏🙏

Ale NuvolaRossa

La poesia dei Marlene....qui su queste note! adorabili!! Grazie di cuore...

Fabio Maffioletti

Ascoltata 20 volte in 3 ore.. Pura droga poeticaemmusicale❤️

augusto zoppi

il 16 novembre Catastrofe e tante altre a Roma Stazione Birra...Marlene Kuntz LIVE

Massimo Laruccia

bellissima!

stefano combi

strepitosi. questo pezzo è splendido.

More Comments

More Videos