La Cognizione Del Dolore
Marlene Kuntz Lyrics


(dall'omonimo romanzo di C.E.Gadda)

Lei si stupì e restò arresa alla brutalità di un impeto infernale
Che lui rigurgitò con abominevole irascibilità rituale.

(E' un bravo figlio, ma no... non è facile capacitarsene.
Una madre può, con l'amore formidabile che è in lei)

Poi sbiancò e cascò nell'impossibilità di muoversi o parlare,
Gli occhi in fissità sull'indefinibile abisso di afflizione universale.

(E' un bravo figlio, ma no... non è facile capacitarsene
Una madre può, con l'amore formidabile che è in lei)

Lenta un giorno apparirà, rossa piaga apparirà,
La cognizione di un dolore miserevole.
E lenta un giorno crescerà, e cancrena si farà,
La cognizione di un dolore deprecabile.
E lenta un giorno fiorirà, e tumore diverrà,
La cognizione del dolore.

E più grande di ogni colpa avrà inviolabile sovranità
Su chi non potrà più vivere felice, mai.
E più d'ogni colpa porterà al verdetto della verità:
"pagherai scrivendone".

Contributed by Taylor B. Suggest a correction in the comments below.
To comment on specific lyrics, highlight them
Genre not found
Artist not found
Album not found
Song not found
Comments from YouTube:

Marlene Kuntz Lunga Attesa

Che brividi........emozionante..... commovente...

filippiakos

grande pezzo

RePapero1

pagherai scrivendone

Simone Cama

Brividi...

Mark Nothing

Dolore eterno inestinguibile

Fabio Berry

"Una madre può, con l'amore formidabile che è in lei..."

Luca Colantoni

Gadda sarebbe burberamente soddisfatto di questo tributo.